BENVENUTI nel sito WWW.MAREGRANDA.IT - Tutti i diritti sono riservati- All rights reserved


"Parlate al mondo dei vostri pensieri,
l'esser poeta non è altro" (Dante Bruno)




Chi sono?


Mi chiamo Dante BRUNO,un poeta sotto l'eremo, classe 1975, figlio unico,impiegato, sono sposato dal 2001, sono cresciuto e vivo tutt’ora a Busca nel cuore della Provincia di Cuneo.
Da anni ho la passione per la musica: suono a livello amatoriale dal 2001 la fisarmonica,dal 2004 il basso a tuba e dal 2009 la ghironda grazie alla preziosa collaborazione dell’amico e maestro Fausto Chiapello dei Lou Serpent gruppo occitano folk band.
Dal 2005 faccio parte del gruppo folkloristico “LE FISARMONICHE DEL MONVISO” uno spettacolare gruppo di più di venti fisarmoniche che suonano accompagnate dal mio basso a tuba e dalla batteria detta “zibrante” costruita in maniera del tutto artigianale dall’artista e batterista Ezio Perotto.
Oltre ai musicanti ci sono poi diversi ballerini del nostro gruppo che non perdono neanche un colpo, il tutto alla guida del maestro Claudio Boglio e la presentazione nonchè la recita delle poesie dell’amico Bergesio Valter.
Dal 2006 faccio inoltre parte della "BANDA MUSICALE SAN LUIGI di DRONERO(CN)", “la banda musicale piu’ giovane d’Italia” dove dei ragazzi straordinari allietano feste,processioni religiose e concerti, ben diretti dal maestro Giuseppe Mauro e dal presidentissimo Ing.Alberto Bianco, dal 2013 faccio parte della BANDA MUSICALE DUCCIO GALIMBERTI - Città di Cuneo diretta dalla prof.Martini Gabriella, avvocato.
In entrambi i gruppi la musica viene utilizzata come strumento di trasporto della cultura e tradizione locale, in tutte le esibizioni si suona dal vivo, la semplicità e la voglia di suonare coprono ahimè quelle note a volte sbagliate.Dal 2010 ho iniziato anche a strimpellare la chitarra con l'aiuto del saluzzese prof.LITTERA Dario componente del gruppo occitano "LOU TAPAGE", dal 2011 ho iniziato a suonare anche la tromba con l'ausilio del prof. Michele VERRA di Villafalletto, nell'estate 2014 ho appreso le prime nozioni di clarinetto dal maestro MANDRILE Franco di Robilante, così attualmente mi diletto con 6 strumenti musicali.Nel frattempo ho fatto un corso di SUONATORE DI CAMPANE A FESTA- LOU BAUDETAIRE, e se capita suono la mia "campana di Busca" prima di un lieto evento o funzione religiosa.
Non mancano poi quelle serate a tema libero, dove con gli amici di ogni età si tira tardi sino all’alba ad una festa di paese oppure a casa di qualcuno e tra un valzer ed una "corenta" si suona e si canta in allegria.Nel mese di novembre 2009 ho partecipato con il mio basso a tuba alla registrazione di un CD musicale del genere "ballabili da sala" unitamente al veterano maestro Angelo Giorda (sax e clarino), al virtuosissimo maestro Paolo Busillo (Fisarmonica), al promettente Bruno Raspini (Violino)ed altri musicisti d'esperienza.Il prodotto è edito dalla casa discografica Musica&Dintorni di Santo Stefano Belbo(Cn), in uscita verso la fine di gennaio 2010.Dal 2007 ho iniziato a scrivere poesie in dialetto piemontese, nel 2009 ho iniziato a partecipare ad alcuni concorsi nazionali di poesie e manoscritti.
Nel tempo libero mi piace anche dipingere e creare in casa oggetti bizzarri, incollando assieme piu’ cose.Non sopporto le cose normali, per me un muro bianco va riempito, preferisco i colori forti, quelli tenui mi danno la sensazione di debolezza.
Credo nell'esistenza di un Dio e sono altresi' convinto che per essa nessun uomo sarà mai primo al mondo.
Credo che il pensiero di ognuno di noi vada rispettato, non esistono classifiche tutti siamo alla pari. La mente produce sogni e pensieri infiniti, la nostra vita di cio' si nutre.
Alla domanda "Chi vorresti incontrare nella Tua vita? risponderei " colui che ha creato l'uomo ed il mondo."
Spesso veniamo coinvolti da fatti,notizie o spettacoli di gente che si domandano cose superflue;
"Nella vita non mi chiedo chi vincerà lo scudetto?, quale sarà l'auto dell'anno? o quale canzone vincerà il festival di Sanremo?" ma mi domando "Cosa sarà di me dopo la morte?Cos'è veramente questo trapasso? "Non credo di finire solo in un cimitero,ma bensì credo che la mia anima sarà come una candela che, anche se il fuoco si spegne, la scia del fumo continuerà a salire testimoniando così la presenza di quella candela che in passato ha fatto luce e nel suo piccolo è anche servita a qualcosa." La vita? La vita è per me un dono unico che si trasforma nel tempo, dove gioia e dolore si rincorrono a vicenda.La morte? La morte è per me la più giusta giustiziera poichè coinvolge l'uomo senza alcuna distinzione!.
"LA VITA NON PUO' ESSERE VISSUTA COME UNA GUERRA CONTINUA soprattutto non possiamo risparmiare tempo, idee e pensieri per un domani che sconosciamo. Al di là di tutto, LA VITA E' PER ME COME UN PALCOSCENICO" dove ogni giorno sei di scena.A Te la disputa di momenti comici e drammatici, a volte anche senza un vero copione per mano, ma di fronte ad un pubblico che Ti osserva e che Ti giudica.

Questo sono io!


 

homepage ::: biografia ::: le mie poesie ::: guestbook ::: contatti

Siti Web personalizzati di Euweb.it