BENVENUTI nel sito WWW.MAREGRANDA.IT - Tutti i diritti sono riservati- All rights reserved
carnevale 2016
BUSCAJA CHIUDE IL CARNEVALE TRA SAMBA, MOTORI E TORTELLINI
La maschera buschese in trasferta al carnevale di Cento

Si è concluso lo scorso 28 febbraio a Cento l'impegnativo “tour italiano del carnevale” di Buscaja e Bella Antilia, impersonati dai coniugi Bruno Dante e Cristina. La maschera Buscaja è stata ospitata a Cento dalla famiglia Minarelli che la scorsa estate ebbe modo di venire a Busca in occasione della festa della Madonnina. Durante la trasferta centese Dante Bruno ha ricevuto il saluto dal sindaco di Cento Piero Lodi e dall'Assessore alla Cultura Claudia Tassinari, che hanno omaggiato la maschera buschese con un libro del rinomato carnevale di Cento. Spiega Buscaja” Il Carnevale d'Europa di Cento è una festa continua tra le note di Mirko Casadei e lo spettacolo delle ballerine brasiliane che a ritmo di “samba” rallegrano la piazza, non a caso proprio il famoso carnevale di Rio de Janeiro è gemellato con quello di Cento. Gli amici emiliani mi hanno riservato un ottima accoglienza con tanto di tortellini , ho avuto il piacere di sfilare a bordo del carro della società il Risveglio del patron Dinelli. Ho salutato con piacere Ivano Manservisi “anima” del carnevale di Cento ed assieme a lui le maschere locali del Tasi ed il Guercino. Nel soggiorno ho visitato diversi “hangar” dove vengono allestiti i carri, i maestri carristi mi hanno spiegato minuziosamente le tecniche di lavoro, in zona nel persicetano ( Decima e San Giovanni Persiceto) si usa anche fare lo “spillo”, cioè il carro di fronte alla giuria si allunga creando diverse scenografie .” Tra i vari personaggi presenti alla kermesse, Buscaja ha avuto modo di incontrare anche Fabio Lamborghini direttore dell'omonimo museo e nipote del celebre “ Ferruccio” fondatore della celebre casa automobilistica a cui era anche dedicato un carro allegorico nel centenario della sua nascita. Durante il carnevale 2016 la carovana buschese ha percorso più di 5.000 chilometri, portando in 6 regioni italiane oltre al Piemonte la tradizione nostrana. Concludono i protagonisti: “ Anche quest'anno il nostro tour è stato un successo, oltre ad acquisire nuove culture, nelle varie tappe la nostra presenza è stata ripresa e riportata anche dai mass-media e dalle testate giornalistiche che, oltre a parlare di Buscaja e Bella Antilia, hanno messo in luce la nostra cittadina con i suoi monumenti e tradizioni locali, come un invito al forestiero di venirci a trovare. Ringraziamo tutti coloro che ci hanno accompagnato in questo festoso cammino, in particolare il “sarvanotto” Mario Collino, il “saraceno” Mimmo Prato, Flavio Lenti e gli amici suonatori. Adesso siamo già al lavoro per il prossimo anno, probabilmente andremo in Calabria, Sicilia e Sardegna con cui abbiamo già contatti.
 

Torna alla categoria "buscaja"

homepage ::: biografia ::: le mie poesie ::: guestbook ::: contatti

Siti Web personalizzati di Euweb.it